• matera1.jpg
  • Salento 1.jpg

Campania

ico campaniaCampania felix fu il nome che i romani diedero al territorio pianeggiante che si estendeva intorno alla città di Capua, tra il mar Tirreno, il Lazio, la penisola sorrentina e i rilievi appenninici: per la presenza di porti accoglienti, luoghi incantevoli per la villeggiatura, clima mite e suolo fertile, tale zona era considerata la più ricca della penisola. L'odierna regione è più vasta e nel complesso appare più simile alle terre appenniniche dell'Italia centrale e meridionale, per via delle montagne aspre, delle comunicazioni difficili e degli scenari selvaggi e spopolati. La popolazione risulta, infatti, distribuita in modo molto ineguale, concentrandosi nella fascia costiera che si estende tra i Campi Flegrei e Salerno e in particolare nel Napoletano, cui si contrappongono vaste aree scarsamente popolate sulla dorsale appenninica; inoltre, nel capoluogo regionale si sono concentrate le principali funzioni urbane della regione (amministrazione, istruzione superiore, servizi rari e avanzati, ecc.), cosa che ha posto il resto del territorio in una situazione di dipendenza da esso. 

DA VEDERE IN CAMPANIA: Napoli, Reggia di Caserta, Pompei, Ercolano, Vesuvio, Capri, Ischia, Procida, Sorrento, Costiera Amalfitana, Paestum, Certosa di Padula, Grotte di Pertosa, Cilento, Benevento.

Stampa


Newsletter

 
Acconsento al trattamento dei miei dati personali per scopi promozionali, commerciali, marketing e proposte di vendita diretta.
 

Comunicati Stampa